Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Carta per la Qualità

AVVISO: si comunica che dall'11 marzo fino a nuove disposizioni l'Ufficio Economato e l'Ufficio Protocollo sono chiusi al pubblico. Le istanze di parere per interventi in Carta per la Qualità dovranno essere presentate tramite PEC all'indirizzo protocollo.sovrintendenza@pec.comune.roma.it  e i relativi elaborati firmati digitalmente ed in formato P7m, relazione  asseverata, grafici ante-inter-post operam e documentazione fotografica dovranno essere in formato.pdf.

E’ ugualmente sospeso il ricevimento dei tecnici da parte degli architetti dell’Ufficio Carta per la Qualità, sostituito dalla possibilità di appuntamento telefonico. Si invita pertanto a fornire recapito telefonico, email e pec per eventuali chiarimenti o integrazioni.

Si comunica inoltre che il ritiro a mano dei pareri cartacei in giacenza avverrà a partire dal 25 maggio prossimo, secondo un calendario, che dal  18 maggio verrà affisso presso la sede di Piazza Lovatelli e pubblicato sui siti www.sovraintendenzaroma.it e su questo sito (disponibile tra gli allegati) negli avvisi dedicati alla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.
Il calendario delle consegne  sarà strutturato dividendo i pareri  per municipio e per indirizzo, con indicazione della data e dell’ora in cui si potranno ritirare, presso l’Ufficio Economato al piano terra della sede di Piazza Lovatelli, 35. Si invita l’utenza a rispettare il calendario e a presentarsi per il ritiro esclusivamente nella data e nell’ora che saranno indicate. 

La Carta per la Qualità è tra gli elementi del Piano Regolatore Generale del Comune di Roma, approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n. 18 del 12 febbraio 2008 e divenuto vigente con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 14 marzo 2008. È costituita da 34 tavole in scala 1:10.000, dalla “Guida per la Qualità degli interventi” G2 e dagli Allegati alla Guida G2.

 

Parere preventivo

Per interventi su edifici o complessi edilizi in Carta per la Qualità e non tutelati per legge (Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42- "Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137") è necessario acquisire il parere della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, ai sensi dell’articolo 16 delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale.

Il parere è preventivo, obbligatorio e vincolante e viene espresso entro 60 giorni, decorsi i quali è da intendersi favorevolmente reso, ai sensi legge n. 241 del 7 agosto 1990.


Consultazione elaborati

È possibile consultare gli elaborati di Carta per la Qualità accedendo al link indicato in basso.

È possibile interrogare ed acquisire le informazioni sul territorio e sul censimento degli elementi in Carta per la Qualità nel Geoportale di Roma Capitale, accedendo al servizio di Nuova Infrastruttura Cartografica (NIC).

 

Criteri ed indirizzi per interventi in Carta per la Qualità

Per le linee guida degli interventi su immobili in Carta per la Qualità è possibile consultare:

- l’articolo 16 delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale

- la Guida per la qualità degli interventi

- gli Allegati alla Guida

- le due circolari del Sovrintendente Capitolino RI/16722 del 14 giugno 2016 e RI/2727 del 3 febbraio 2019

 

Interventi in Centro Storico

Gli interventi su immobili in Sito UNESCO sono regolati dal Protocollo d’Intesa tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Comune di Roma (QI/57701 in data 8 settembre 2009) 

Premesso che la perimetrazione del sito UNESCO, sovrapponendosi alle “Morfologie degli impianti urbani” ne ha sospeso l’efficacia, il parere dovrà essere richiesto alla Sovrintendenza Capitolina per i soli edifici censiti singolarmente in Carta per la Qualità, sia per interventi interni che esterni. Resta inteso che per gli interventi con rilevanza esterna il parere dovrà essere sempre e comunque richiesto alla Soprintendenza Statale. 

 

Casi di esclusione

Sono esclusi dall’obbligo di acquisizione del parere gli interventi interni (anche in sanatoria) su immobili individuati in Carta per la Qualità esclusivamente nelle “Morfologie degli impianti urbani” ed in nessun’altra articolazione di cui al comma 1 art. 16 NTA, a prescindere dal titolo abilitativo necessario per la loro esecuzione e dalla categoria di intervento cui gli stessi sono ascrivibili. In tutti gli altri casi permane l’obbligo di acquisizione del parere (cfr. Circolare RI/2016/16722 del 14 giugno 2016).

Sono sempre esclusi dall’obbligo di parere della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali gli interventi su immobili censiti in Carta per la Qualità e tutelati per legge (Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42- "Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137").

 

Modalità di presentazione delle istanze di parere

 

Per i Permessi di Costruire l’istanza di parere è inoltrata dal Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica - U.O. Permessi di Costruire e resa al Dipartimento stesso per il successivo procedimento autorizzativo.

Per A.E.L., S.C.I.A. e S.C.I.A. in alternativa al Permesso di Costruire (D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e s.m.i.) l’istanza di parere deve essere presentata dai soggetti titolati mediante l’apposito modello editabile in calce alla pagina e consegnata al Protocollo della Sovrintendenza Capitolina, in piazza Lovatelli, 35.

Per C.I.L.A. la presentazione deve essere effettuata esclusivamente mediante S.U.E.T., allegando la specifica documentazione richiesta per l’espressione del parere.

Non è possibile la presentazione via PEC.

 

 

Modalità di pagamento dei diritti di istruttoria

Il Servizio Riscossione Reversali permette ai Cittadini ed alle Imprese di identificarsi sul Portale e  creare, stampare e pagare sul Nodo nazionale PagoPA  una reversale configurata sulla base della Delibera annuale delle Tariffe per i Servizi a Domanda Individuale di Roma Capitale.

Per pagare tramite il Nodo PagoPA è obbligatorio essere in possesso dell’Identificativo Univoco di Versamento (IUV), presente sulla lettera o sull’avvisatura allegata al bollettino. Pertanto, una volta in possesso dello I.U.V. si potrà procedere al pagamento con le seguenti modalità:

- Direttamente on line, anche utenti non identificati cliccando Paga, con carta di credito o addebito in conto: Carta di credito: indipendentemente dall’Istituto emittente la carta, è possibile effettuare il versamento selezionando il circuito a cui appartiene la carta. In questo modo, saranno visualizzabili i Prestatori dei Servizi di Pagamento (PSP) che accettano la carta con le relative commissioni applicate. 

- Direttamente on line sul proprio home banking attraverso il servizio CBill se attivato dall’Istituto di credito di cui si è correntisti.

- Stampando l’avviso allegato al plico: 
presso gli uffici postali con il bollettino premarcato allegato al plico ovvero, in caso di smarrimento o deterioramento dello stesso è possibile effettuare il versamento utilizzando il bollettino bianco PA inserendo i seguenti dati: A. Codice fiscale Ente (02438750586), B. Codice fiscale Contribuente; C. I.U.V. (Identificativo Univoco di Versamento); D. Importo; E. numero di conto corrente (c/c 20046033).

presso tutti i Prestatori di Servizio di Pagamenti attestati su Pago (quali Sisal Lottomatica Banche PA, grande Distribuzione, elenco completo su www.agid.gov.it) utilizzando il lato sinistro dell’avviso Il nuovo conto corrente sul quale versare è il n. 20046033 intestato a Roma Capitale Risorse Economiche Portale pagamenti on-line.

Su questo conto – attualmente - non è possibile eseguire bonifici Sepa e pagare con bollettini di conto corrente bianchi diversi da quelli PA.

 

Ritiro dei pareri

Per ricevere il parere è possibile scegliere la spedizione con posta ordinaria all’indirizzo indicato dal richiedente oppure il ritiro a mano.

La scelta va indicata nell’apposita sezione del modello.

Il ritiro a mano avviene presso l’Ufficio Economato, in Piazza Lovatelli, 35, nei giorni di martedì e giovedì nelle ore 8.30-13.00 e 14.00-16.00.

 

Prenotazione appuntamento
Previo appuntamento è possibile incontrare i funzionari responsabili il martedì e giovedì (9.00 - 13.00) presso la sede in via Petroselli, 45, piano terra, uffici 23, 24, 25.

La prenotazione si effettua collegandosi al sito internet www.tupassi.it, inserendo solo al primo accesso i propri dati per la registrazione, per poter scegliere la data e l’ora.

ST 1 – Settore Tecnico 1: Municipi 1-3-9-10-11-13-14.

ST 2 – Settore Tecnico 2: Municipi 4-5-6-7-8-12

ST 3 – Settore Tecnico 3: Municipi 2-15


Ufficio Protocollo
piazza Lovatelli, 35 - piano primo - 00186 ROMA
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì 14.00-16.00
Ufficio Economato
piazza Lovatelli, 35 – piano terra - 00186 ROMA
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì 14.00-16.00

Modulistica
Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto