Casa Digitale del Cittadino
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Come iscriversi ai nidi di Roma Capitale

Iscrizioni ai servizi educativi 0-3 anni di Roma Capitale a.e. 2022/2023

La domanda di iscrizione deve essere presentata da: genitore, tutrice/tutore, affidataria/affidatario, esclusivamente on-line, attraverso il portale di Roma Capitale (www.comune.roma.it), Servizi on line- Iscrizioni Nidi di Roma Capitale e sezioni ponte - Domanda online.

Per ottenere informazioni sull'accesso al portale si rimanda alle indicazioni contenute in fondo alla pagina, all’interno del menu “Ti potrebbe interessare anche - Istruzioni per l'accesso all'area riservata del Portale istituzionale di Roma Capitale”.

Le domande di iscrizione arrivate per prime non danno diritto a precedenza nella formulazione della graduatoria di accesso al servizio.

L’eventuale successiva accettazione del posto, in caso di utile collocazione in graduatoria, avverrà con la medesima modalità on-line.

 

Requisiti:

• Data di nascita del minore: dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 maggio 2022;

• Adempimento vaccinazioni obbligatorie stabilite dalla legge n. 119 del 31 luglio 2017;

• Residenza del minore nel territorio di Roma Capitale

• Residenza nel territorio di Roma Capitale di almeno un genitore, tutore o affidatario.

 

I minori presenti temporaneamente nel territorio di Roma Capitale, anche se privi della residenza, possono essere iscritti in base a quanto previsto dalle disposizioni nazionali e internazionali vigenti rivolgendosi al Municipio competente.

Coloro i quali non sono ancora in possesso dei requisiti richiesti allo scadere del presente Avviso pubblico, potranno presentare domanda fuori termine ai Servizi educativi 0-3 di Roma Capitale nell’ambito di appositi bandi di cui sarà data successiva comunicazione sul Portale Istituzionale.

Secondo quanto disposto con Deliberazione di Giunta Capitolina n. 22 del 07 febbraio 2020 e precedenti provvedimenti sull’argomento, le domande di iscrizione seguono i seguenti criteri:

 

Scelta del Municipio

Nella domanda di iscrizione può essere indicato un qualsiasi Municipio di Roma Capitale.

Garantisce un punteggio maggiore nella graduatoria di accesso al servizio (cfr. Allegato A Avviso Pubblico) la scelta di una fra le tre seguenti opzioni:

• il Municipio di residenza del nucleo familiare (che può essere composto da entrambi i genitori, un solo genitore, una/o tutrice/tutore o una/o affidataria/o)

• il Municipio del luogo di lavoro di uno dei genitori (incluso il genitore con cui il minore non risiede)

• il Municipio verso cui è in corso il cambio di residenza del nucleo familiare.

Relativamente a quest’ultimo punto, nel caso in cui la famiglia sia in procinto di cambiare residenza, può indicare nella domanda il Municipio verso cui è in corso il trasferimento specificando il nuovo indirizzo.

 

Scelta delle strutture educative:

Nella domanda di iscrizione possono essere indicati, in ordine decrescente di preferenza, massimo sei opzioni tra quelle elencate nel bando scegliendo tra strutture a gestione diretta e strutture a gestione indiretta (tenendo conto dei relativi orari di funzionamento).

Strutture a Gestione Diretta: Nidi Capitolini ossia strutture comunali gestite direttamente da Roma Capitale che accolgono minori età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni.

Strutture a gestione indiretta: Accolgono bambini e bambine di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni e si dividono in:

Nidi Privati Autorizzati Convenzionati - strutture private convenzionate con Roma Capitale;

Nidi in project financing - nidi pubblici realizzati e gestiti da soggetti privati;

Nidi in appalto - strutture educative comunali, presenti sul territorio municipale, affidate in gestione a soggetti terzi privati.

Le strutture a gestione indiretta assicurano gli stessi standard di qualità dei nidi capitolini a gestione diretta a fronte delle medesime quote contributive pagate dalle famiglie.

 

Le prime due opzioni dovranno obbligatoriamente essere riferite a nidi a gestione diretta, oppure a nidi in appalto o progetto di finanza; nel Municipio II, è altresì possibile indicare il nido “Regina Margherita” di Via dei Campani in quanto trattasi di struttura pubblica (Azienda di Servizi alla Persona – ASP).

Le restanti 4 opzioni possono essere riferite sia a nidi a gestione diretta sia a quelli in gestione indiretta. 

 

La regola generale non si applica nei seguenti casi:

 

1. la bambina o il bambino di cui si chiede l’iscrizione al servizio nidi è in condizioni di disabilità, o ha un genitore o un fratello/sorella con disabilità, la scelta è libera;

2. la bambina o il bambino di cui si chiede l’iscrizione al servizio nidi abbia un fratello/sorella già iscritto - come utente proveniente dalle graduatorie di Roma Capitale in un nido convenzionato e riconfermato/a nell’anno educativo 2022/23 - è possibile richiedere come prima opzione la medesima struttura;

3. qualora nel raggio di 500 metri di percorso pedonale più breve dall’abitazione dell’utente, definito come quello ordinariamente percorribile mediante una normale deambulazione, senza particolari ostacoli naturali (non si dovrà tener conto dei possibili attraversamenti pedonali a meno che non vi siano veri e propri ostacoli fisici come nel caso di un’autostrada) 

  • a) non sia presente alcun nido a gestione diretta o in appalto o progetto di finanza, ma siano invece presenti uno o più nidi privati in  convenzione, anche questi ultimi potranno essere indicati tra le prime due opzioni;                                                                                     
  • b) sia presente un solo nido a gestione diretta o in appalto o progetto di finanza, questo deve essere obbligatoriamente indicato come prima opzione, ma a partire dalla seconda è possibile indicare qualsiasi nido dell’elenco nell’ordine voluto;

4. qualora nel raggio di 4,750 chilometri, di percorso percorribile in automobile dall’abitazione dell’utente       

  • a) non sia presente alcun nido a gestione diretta o in appalto o progetto di finanza, la scelta è libera;       
  • b)sia presente un solo nido a gestione diretta o in appalto o progetto di finanza, questo deve essere indicato come prima opzione, ma a partire dalla seconda opzione è possibile indicare qualsiasi nido dell’elenco nell’ordine voluto.

La dichiarazione relativa alla distanza potrà essere supportata da documentazione grafica (ricavabile dai sistemi di rilevazione delle distanze disponibili on-line) allegata alla domanda o consegnata al Municipio competente che potrà verificarne la correttezza.

È possibile inserire anche una settima opzione di scelta, indicando un servizio educativo presente in altro Municipio. Questa scelta sarà presa in considerazione solo qualora l’utente non sia stato utilmente collocato nel Municipio prescelto e siano rimasti posti disponibili all’interno della struttura indicata come settima opzione.

Nella domanda di iscrizione ai servizi educativi 0-3 anni di Roma Capitale possono essere indicati, in ordine di preferenza, anche eventuali Sezioni Ponte o Spazi Be.Bi ,laddove una di queste strutture sia attivata nel Municipio individuato. In questo caso si dovrà indicare l’ordine di preferenza tra le diverse tipologie di servizio indicate (Nido - Spazio be.bi. -  Sezione Ponte). Poiché l’attivazione di ciascuna Sezione Ponte è condizionata ad un numero minimo di iscrizioni, è consigliabile non indicarla come unica opzione.

La Sezione Ponte è un servizio educativo istituito all’interno della Scuola dell’Infanzia, di cui osserva il calendario ed è attiva dal 15 settembre al 30 giugno di ogni anno educativo. Accoglie le bambine e i bambini che abbiano compiuto 24 mesi entro il 31 agosto dell’anno di iscrizione. L’attivazione di tale servizio è subordinata al raggiungimento di un numero minimo di 16 potenziali iscritti al momento della costituzione della graduatoria provvisoria.

Lo “Spazio Be.Bi.” è un servizio educativo che offre a ciascun bambino una permanenza giornaliera massima antimeridiana o pomeridiana di 5 ore; non è prevista in nessun caso la consumazione del pranzo, ma solo della merenda. Tale tipologia di servizio non è gestita direttamente dall’Amministrazione, ma offerta in alcune strutture private convenzionate.

Accoglie bambine e bambini che abbiano compiuto 18 mesi entro il 31 agosto dell’anno di iscrizione. Chi non è ancora in possesso dei requisiti di età potrà presentare domanda anche per questi servizi, nell’ambito di appositi bandi fuori termine.

Tutti i requisiti dichiarati nella domanda di iscrizione devono essere posseduti alla data di scadenza del bando annuale, con le sole eccezioni relative ai nascituri (bambini la cui nascita deve avvenire entro il termine del 31 maggio di ogni anno) e ai cambi di residenza o di domicilio in corso di perfezionamento. L’assegnazione definitiva del posto per le bambine e i bambini nascituri entro il 31 maggio 2022, è subordinata all’avvenuta nascita del bambino entro la predetta data e alla relativa comunicazione al Municipio entro il 10 giugno 2022, a pena di decadenza. L’assegnazione del posto connesso al cambio di domicilio o di residenza del nucleo familiare assume carattere definitivo con l’accertamento dell’effettivo trasferimento che deve avvenire entro la data del 31 agosto 2022.

Per quanto riguarda i bambini in corso di adozione, l’assegnazione del posto assume carattere definitivo con l’atto di effettiva adozione, che deve intervenire entro la data del 31 agosto di ogni anno, o comunque entro la data di ammissione al servizio per chi viene chiamato in un secondo tempo dalla lista di attesa.

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000, in caso di non veridicità del contenuto delle autocertificazioni si incorre nelle sanzioni previste dall’art. 483 del codice penale “Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico” e dalle leggi speciali in materia oltre che nella decadenza dal beneficio eventualmente conseguito. A tal fine i competenti uffici Municipali si riservano, come per legge, di effettuare controlli diretti ad accertare le informazioni fornite. La mancata completezza o l’inesattezza dei dati rispetto a quanto richiesto in ciascuna sezione della domanda comporta il non riconoscimento del relativo punteggio previsto.

Una volta inviata la domanda, il sistema rilascerà un’apposita ricevuta.

Per eventuali modifiche e/o integrazioni alle domande già presentate, da effettuare comunque entro la data di scadenza del bando, è necessario rivolgersi al Municipio competente

Qualsiasi decisione in merito alla compilazione della domanda deve essere effettuata in osservanza delle disposizioni sulla responsabilità genitoriale di cui agli art. 316, 337 ter e 337 quater del codice civile, che richiedono il consenso di entrambi i genitori.

Ti potrebbe interessare anche
Contenuti correlati
Torna all'inizio del cotenuto