Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Ritirare un oggetto smarrito

Descrizione del servizio

Se vi è capitato di perdere un documento, una borsa, un cellulare, un ombrello, una macchina fotografica o un qualsiasi oggetto di vostra proprietà, vi potete rivolgere al nostro Reparto Oggetti Rinvenuti che cura la restituzione degli oggetti rinvenuti a Roma.

Il Reparto Oggetti Rinvenuti gestisce le attività relative alle cose ritrovate nell'ambito del territorio di Roma Capitale secondo quanto disposto dagli artt. 927 e seguenti del Codice Civile.

Modalità di ritiro 

Per poter ritirare un oggetto in custodia, del quale non sia stata accertata la proprietà, è necessario fornire tutti gli elementi e gli eventuali documenti utili per l'individuazione esatta del bene e per l'effettiva proprietà dello stesso; un documento d'identità valido ed eventuale denuncia di furto o smarrimento contenente la descrizione dettagliata dell'oggetto. La denuncia non è necessaria nel caso in cui l'oggetto sia senza valore o privo di interesse commerciale.

L'elenco degli oggetti, la cui proprietà sia riconducibile a cittadini stranieri, viene invece comunicato alle  Ambasciate e/o rappresentanze consolari  del paese di appartenenza di questi ultimi. Le rappresentanze consolari sono esenti dal pagamento dei diritti di custodia.

I documenti d'identità o di riconoscimento sono restituiti senza alcun onere.

Il ritiro di un oggetto è subordinato al pagamento delle spese definite con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri dell'Assemblea Capitolina  n.9/2016.

L'oggetto può essere restituito anche a persona diversa dal proprietario purché munita di:

  • documento d'identità valido
  • originale della delega
  • copia del documento del delegante
  • eventuale copia della denuncia di smarrimento e/o furto.

Qualora il proprietario decida di rinunciare al ritiro dell'oggetto in giacenza, deve inviare via fax una dichiarazione di rinuncia.

Qualora il proprietario intenda ricevere presso il proprio domicilio quanto rinvenuto, potrà avvalersi a proprie spese di un corriere da lui prescelto, previo pagamento dei diritti dovuti, ed inviando a mezzo fax al Reparto Oggetti Rinvenuti comunicazione scritta corredata della copia del documento di identità in corso di validità e copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento dei diritti.

Costi

Chi ritira l'oggetto deve pagare:

  • per i diritti di custodia  € 4,00;  
  • per i diritti di istruttoria e ricerca € 5,00;
  • per il deposito (nel caso l'oggetto venga ritirato oltre  30 giorni  di acquisizione)  € 15,00.

Gli oggetti rinvenuti, su richiesta degli aventi diritto, possono essere recapitati a domicilio, previo pagamento dei diritti dovuti ed inviando a mezzo fax al Reparto Oggetti Rinvenuti comunicazione scritta corredata dalla copia del documento di identità in corso di validità e copia della ricevuta dell'avvenuto pagamento dei diritti. Il costo è dato dalla somma dei diritti di custodia più i diritti di istruttoria e ricerca ed eventualmente il deposito. Le spese di spedizione sono a carico dell'interessato.

Modalità di pagamento

La quantificazione dei costi ed il relativo  pagamento avviene tramite reversale generata dall’applicativo "Servizio Riscossione Reversali SIREWEB" in uso al Reparto.

 

Gli elenchi degli oggetti e dei documenti rinvenuti vengono periodicamente pubblicati nell' Albo Pretorio online, in questa pagina come resteranno pubblicati per un anno solare e sono consultabili alla voce "Allegati".

Modulistica
Ti potrebbe interessare anche
Torna all'inizio del cotenuto