Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

"Il giro del mondo in 80 giorni", appuntamenti nelle Biblioteche e in Municipio

Tematica: Cultura

8 novembre 2018

 

Il Tibet è il secondo paese di questa seconda edizione 2018/2019 del percorso interculturale Il giro del mondo in 8Ø giorni che prevede una serie di eventi organizzati dall’ Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale in collaborazione con gli Istituti Culturali e/o le Ambasciate dei Paesi coinvolti. 

 

Il nome del percorso prende spunto dal titolo del romanzo di Jules Verne, "Il giro del mondo in 80 giorni", in cui il protagonista Phileas Fogg lancia la sfida ai suoi compagni del Reform Club di riuscire a girare il mondo in soli 80 giorni iniziando un’avventura che lo porterà a fare conoscenza di culture lontane e affascinanti.

 

Grazie a questo progetto, gli adulti, i genitori e i bambini potranno vivere un momento di scambio culturale, acquisendo nuove informazioni e facendo esperienza delle culture attraverso letture, spettacoli, laboratori e arte culinaria.

Gli incontri si svolgono presso le Biblioteche Casa dei Bimbi per i bambini e genitori e presso La Biblioteca Rugantino e la Biblioteca Raffaello per adulti. Non mancheranno incontri presso i locali del Municipio VII con cui le biblioteche collaborano assiduamente.

Il progetto è inserito nel protocollo d’intesa tra l’Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale e il Municipio VII di Roma Capitale.

 

 

Sabato 10 novembre alle 10, nella Biblioteca comunale Casa dei Bimbi in via Libero Leonardi 153, incontro per bambini e genitori per far conoscere la cultura del Tibet attraverso letture, laboratori, degustazioni. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

Giovedì 15 novembre alle 10, presso la sede del Municipio VII di Roma Capitale-Sala Rossa, Piazza di Cinecittà 11, conferenza sul tema della “Responsabilità universale come chiave della sopravvivenza umana”, incontro rivolto agli studenti della Scuola Media dell’I.C. Stabilini.

Questo incontro intende porre l’attenzione e sensibilizzare i ragazzi sul tema del rapporto tra l’essere umano e l’ambiente in cui vive ed opera, tra l’individuo e la società, in un momento storico come quello attuale contraddistinto da un individualismo esasperato, da odio sociale, chiusura e pregiudizio nei confronti della diversità a cui corrisponde, sul piano ecologico, un atteggiamento spesso predatorio dell’uomo sulla natura, soggiogata da una concezione antropocentrica sempre più assolutistica e spregiudicata.

La conferenza - aperta anche al pubblico, fino ad esaurimento posti - è tenuta da GhesceDorjiWangchuk, nuovo Direttore Spirituale dell’Istituto Samantabhadra di Roma.

 

Mercoledì 21 novembre alle 17.30  - nella Biblioteca comunale Rugantino, in via Rugantino 113 - presentazione e proiezione del film documentario “Dalai Lama”. Il DVD offre un quadro completo, inedito e obiettivo del lavoro che il Dalai Lama compie ogni giorno per il suo popolo.  Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Gli eventi in programma sono organizzati dall’Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale in collaborazione con L’Istituto Samantabhadra, Centro Studi di Buddhismo Tibetano e l’Assessorato alla Scuola, Cultura, Sport e Politiche giovanili del Municipio VII di Roma Capitale

 

Questi gli appuntamenti di sabato alle 10 già fissati per bambini nella Biblioteca Casa dei Bimbi:

 

Russia 27 Ottobre 2018                                                     Iran 23 Marzo 2019                             

Tibet 10 Novembre 2018                                                   Turchia 20 Aprile 2019

Australia 26 Gennaio 2019                                                Giappone  4 maggio 2019                 

Costa Rica 9  Febbraio 2019                                              Romania  15 Giugno 2019                 

 

In questo percorso la Biblioteca si propone come “luogo” fisico e relazionale con l’obiettivo di creare contatto e scambio tra linguaggi e culture differenti.  Partiamo quindi dalla consapevolezza che le differenze linguistiche, culturali e personali siano una fonte di arricchimento per la nostra società, oltre che fonte di curiosità verso l’altro in quanto portatore del nuovo.

 

Info: www.bibliotechediroma.it 

 

RED

 

 

Torna all'inizio del cotenuto