Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Villa Lazzaroni, inaugurata struttura polifunzionale con spazio ragazzi e centro antiviolenza

Tematica: Sociale - Cultura - I luoghi per lo spettacolo e la cultura - Monumenti, Ville e Parchi storici

29 marzo 2018

 

Garantire strutture polifunzionali sui territori, in grado di offrire un ampio ventaglio di servizi e di costituire un punto di riferimento costante per i cittadini. In quest’ottica sono state inaugurate due nuove realtà in via Tommaso Fortifiocca, nel Municipio VII a Villa Lazzaroni, che sorgono l’una accanto all’altra proprio all’insegna di un approccio integrato: lo spazio incontro Scholé e un nuovo centro antiviolenza che mettono assieme l’apporto e le sinergie tra diversi livelli istituzionali.

 

Il primo rappresenta una realtà di accoglienza e proposta aggregativa per gli adolescenti e i giovani con età compresa tra i 12 – 18 anni, crocevia tra gli eventi aggreganti e culturali e al tempo stesso riferimento accessibile per tutti quei ragazzi che di fronte ad un momento di fragilità hanno bisogno di risposte e di supporto. Tale spazio crea un dialogo permanente tra diverse istituzioni (Municipio, ASL, istituzioni scolastiche) e ospita un Caffè Incontro, uno Spazio Letterario, laboratori gestiti da maestri d’arte con specifiche competenze affiancati da studenti delle scuole di secondo grado individuati per attività di tirocinio e crediti formativi. Grazie alla sinergia con la Asl saranno garantiti interventi sanitari specialistici e consulenze su argomenti e tematiche come dipendenze, bullismo, educazione alimentare.

 

Il Centro Antiviolenza è uno dei tre di recente apertura, aggiungendosi a quelli del Municipio VI (inaugurato l’8 marzo) e del Municipio VIII. L'apertura del centro antiviolenza è avvenuta il 12 marzo e dal primo giorno sono stati sostenuti colloqui in sede e telefonici. In questi primi quindici giorni 18 donne sono state prese in carico e avviati dei percorsi di fuoriuscita dalla violenza, con un range di età tra i 21 anni e i 55 anni. I servizi assicurano supporto a vittime di maltrattamenti, stalking, violenza fisica, verbale e psicologica in ambito familiare.

 

Spazio Incontro Scholé si articola su tre poli di interesse: uno con una valenza prettamente culturale e sociale, un altro orientato sui temi della didattica partecipata e della formazione e un terzo connotato da una dimensione di “ascolto e accoglienza” dei bisogni dei ragazzi. Nell’ambito delle attività proposte la centralità sarà l’ascolto attento rivolto ai ragazzi che desiderano ricevere chiarimenti, informazioni, suggerimenti su temi inerenti la propria salute e il proprio benessere psicofisico. La connotazione molto aperta e fruibile rende tale spazio particolarmente accessibile e dunque più idoneo ad intercettare le forme di disagio non ancora organizzate intorno ad una dimensione di patologia o comunque problematica.

 

I tre nuovi Centri Antiviolenza attivati in queste settimane costituiscono l’avvio di un percorso di sistema, per assicurare un incremento qualitativo e quantitativo decisivo in materia. I Centri, aperti per almeno cinque giorni a settimana, garantiranno un numero telefonico attivo 24 ore su 24 e assicureranno, attraverso un percorso personalizzato, ascolto, accoglienza,  assistenza psicologica, assistenza legale, supporto ad eventuali figli minori, orientamento al lavoro, orientamento all’autonomia abitativa. I progetti di intervento verranno condivisi con i servizi sociali territoriali. L’Amministrazione capitolina è infatti al lavoro per garantire la presenza di almeno un centro antiviolenza in ogni Municipio, come previsto dal Piano Sociale Cittadino, in corso di elaborazione, che andrà a colmare un vuoto di oltre 13 anni.

 

 

 

 

RED

Torna all'inizio del cotenuto