Segnala
Regione Lazio
Translate

Use Google to translate the web site.
We take no responsibility for the accuracy of the translation.

Appuntamenti digitali e mostre nei Musei Civici di Roma


Tematica: Cultura

9-16.2.2021

 

Continuano gli appuntamenti digitali gratuiti fruibili sui canali web e social: mercoledì 10 febbraio alle 16 - sulla piattaforma Google Suite -  la rubrica aMICi online propone l’incontro Con i tuoi occhi, un dialogo a più voci davanti a un quadro delle collezioni del Museo di Roma. La lettura ravvicinata dell’opera, selezionata tra quelle della collezione, offre un tempo di riflessione profonda da parte del pubblico e azzera le distanze, grazie alla condivisione dello schermo e alla simultaneità dei commenti raccolti su chat. A cura di Fulvia Strano. Numero partecipanti: 40

 

Giovedì 11 febbraio alle 16 in Dietro le quinte appuntamento con la Casina delle Meraviglie: con fotografie d'epoca e documenti storici, la curatrice del museo racconterà la trasformazione della Capanna Svizzera di Villa Torlonia in Museo della Casina delle Civette. A cura di Gaia Dammacco. Numero partecipanti: 50

Per partecipare è necessario prenotarsi chiamando lo 060608. Si accede alla piattaforma con il link che sarà inviato tramite e-mail.

 

Nuovo appuntamento con #Museiaperti: il racconto in diretta dei Marmi Torlonia ai Musei Capitolini, ciclo di dirette Facebook dai Musei Capitolini dedicato a diversi temi connessi alla splendida mostra I Marmi Torlonia. Collezionare capolavori, una delle più importanti collezioni private di scultura antica. Nella settima conferenza del ciclo, martedì 16 febbraio dalle ore 18, Carlo Gasparri interverrà sul tema Villa Albani e il Museo Torlonia.

 

Molte sculture del Museo Torlonia vengono dalle raccolte di Villa Albani, costruita dal 1747 in poi dal cardinale Alessandro Albani (1692–1779) per ospitare la sua straordinaria collezione di antichità. La Villa venne acquistata dal Principe Alessandro Torlonia nel 1866. L’allestimento originario, a cui aveva collaborato anche il grande studioso tedesco Johann Joachim Winckelmann (1717–1768), era stato modificato a seguito di spoliazioni francesi e altri eventi, ma la collezione è stata preservata nel suo complesso. Il Principe Alessandro Torlonia spostò nel suo Museo numerosi busti-ritratto, vasche e statue da fontana e qualche altra scultura. Nella mostra in corso ai Musei Capitolini sono esposte alcune delle più importanti sculture provenienti da Villa Albani.

 

Con la riapertura al pubblico dei Musei Civici, alcune mostre già in corso sono state prorogate, a cominciare dai Musei Capitolini dove è di nuovo possibile ammirare I marmi Torlonia. Collezionare capolavori e Il Tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione Roberto Longhi - rispettivamente prorogate fino al 29 giugno e fino al 2 maggio - e la mostra fotografica LOCKDOWN ITALIA visto dalla Stampa Estera (fino al 28 febbraio). Inoltre, nella Sala della Lupa, sempre ai Musei Capitolini, grazie a un progetto espositivo multimediale (L’eredità di Cesare e la conquista del tempo), è possibile approfondire le vicende e i protagonisti della storia di Roma antica attraverso i Fasti Capitolini, straordinari calendari incisi nel marmo, che narrano la storia di Roma dalle sue origini agli albori dell’età imperiale grazie alla multimedialità.

 

Alla Galleria d’Arte Moderna è stata prorogata fino al 28 marzo 2021 STEN LEX. Rinascita, la mostra che racchiude una selezione di opere dei due noti muralisti italiani e uno stencil poster visibile nel chiostro. Proseguono inoltre al Museo di Roma in Trastevere le due esposizioni Sulle tracce del crimine. Viaggio nel giallo e nero Rai e Roma. Massimo Siragusa mentre al Museo di Roma a Palazzo Braschi, fino al 28 febbraio, continua Per gioco. La collezione di giocattoli della Sovrintendenza Capitolina. A Villa Borghese, all’interno del Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, sarà ancora possibile visitare fino al 28 febbraio la mostra Cruor. Renata Rampazzi, l’esposizione che racconta le lotte dell’artista contro la discriminazione di genere.

 

E ancora, proseguono ai Musei di Villa Torlonia La Signora dell’arte. Opere dalla collezione di Bianca Attolico da Mafai a Vezzoli al Casino dei Principi, la mostra a cura di Ludovico Pratesi con circa sessanta opere che attraversano un secolo di storia dell’arte (fino al 5 aprile); gli interventi site-specific sul tema della metamorfosi dal titolo Rami. Veronica Montanino (fino al 28 marzo), pensati dall’artista per il Casino Nobile; gli arazzi e gli aquiloni della mostra Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti, alla Casina delle Civette (fino al 28 marzo).

 

Al Museo dell’Ara Pacis è visitabile la splendida mostra fotografica JOSEF KOUDELKA. RADICI Evidenza della storia, enigma della bellezza e ai Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali la mostra Napoleone e il mito di Roma, nella ricorrenza del bicentenario della morte dell’imperatore francese.

 

RED

 

 

Torna all'inizio del cotenuto